Cerca la risposta alla tua domanda

Devo attivare la Carta di mio figlio/a minorenne

 Scopri cosa fare per attivare la Carta per una persona minorenne

Devo attivare la Carta di una persona di cui sono tutore, curatore o amministratore di sostegno

Per sapere cosa fare per attivare la Carta di una persona di cui sei tutore, curatore o amministratore di sostegno, vai alla pagina dedicata.

Devo attivare la Carta, ma non posso temporaneamente recarmi allo sportello per ragioni di salute

Se sei temporanemanete impossibilitato a presentarti personalmente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio per ragioni connesse al tuo stato di salute, puoi comunque attivare la tua Carta seguendo le indicazioni riportate nella pagina dedicata.

Ho chiesto l'attivazione della tessera, ma non funziona

Per iniziare ad utilizzare la tessera come unica chiave di accesso ai servizi on line messi a disposizione della pubblica amministrazione trentina devi attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione PUK 

Una volta ricevuti, devi installare sul tuo computer il driver necessario per utilizzare Smarty e il programma per gestire la tua tessera.

Se hai già a disposizione i codici, Smarty ed hai già eseguito la procedura di installazione, ma non riesci comunque ad accedere, può darsi che la tua tessera sia difettosa. In questo caso devi chiamare il numero verde 800 22 80 40 e comunicare all'operatore il tuo codice di identificazione CIP.

L'operatore ti aiuterà a capire se il problema è dovuto ad un'errata installazione o ad un malfunzionamento della tessera.
In quest'ultimo caso l'operatore procederà alla revoca della tua tessera e ti inviterà a recarti presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia della Entrate per chiederne un duplicato.

Una volta ricevuta la nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria potrai tagliare e gettare quella vecchia e recarti nuovamente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio per chiedere l'attivazione.

La mia tessera non funziona in fase di attivazione presso lo sportello

Per attivare la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria devi recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio, portando con te un documento di identità valido (Carta di identità, Patente, Passaporto, Porto d’Armi o Patente Nautica) e la Carta.

Allo sportello, l’operatore procederà all’attivazione della carta. Ti verrà quindi rilasciata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP e Smarty - il lettore di carte digitali.Potrai scegliere la modalità di invio della seconda parte dei codici: via posta elettronica o via sms.

Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Se l'attivazione non dovesse essere possibile a causa di un malfunzionamento della tua tessera, dovrai chiederne un duplicato presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia delle Entrate.

Una volta ricevuta la nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria potrai tagliare e gettare quella vecchia e recarti nuovamente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio per chiedere l'attivazione.

Sono un minore emancipato e devo attivare la carta

Se sei un minore emancipato e vuoi attivare la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria, vai alla pagina Attiva la Cartae scopri come fare.

Voglio ricevere Smarty - il lettore di carte digitali

La Provincia autonoma di Trento ha previsto la distribuzione gratuita del lettore di carte digitali Smarty per ogni nucleo familiare che ne faccia richiesta.

Smarty è indispensabile per poter "leggere" la tua carta e farti accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione trentina. Puoi richiederlo al momento dell'attivazione della tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria, assieme ai codici di accesso PIN/PUK e al codice di identificazione CIP .

Scopri come consultando la pagina Attiva la Carta.

Cos'è la CNS?

La Carta Nazionale dei Servizi o CNS è un dispositivo (ovvero una Smart Card o una chiavetta USB) che contiene un "certificato digitale" di riconoscimento personale. È uno strumento informatico che consente l’identificazione certa dell’utente in rete e permette quindi sia di consultare i dati personali resi disponibili dalle pubbliche amministrazioni, sia di dialogare con la pubblica amministrazione.

Posso accedere ai servizi online trentini utilizzando una qualsiasi Carta Nazionale dei Servizi (CNS)?

L'accesso ai servizi presenti sul portale dei servizi trentini è garantito anche a chi accede da fuori provincia utilizzando una qualsiasi Carta Nazionale dei Servizi. In questo caso l'interessato deve prima attivare la propria Carta Nazionale dei Servizi nelle strutture dedicate presenti sul proprio ambito territoriale. Accedendo quindi ai servizi con la Carta attivata, il sistema chiede alcune ulteriori informazioni (come, ad esempio, un numero di cellulare, mail, CF) al fine di registrare il nuovo utente nel nostro portale, che già contiene tutte le informazioni relative agli utilizzatori di CPS (la Carta Provinciale dei Servizi) del Trentino.

Come accedo ai servizi online con la mia chiavetta USB dotata di certificato digitale?

Il certificato digitale contenuto all’interno della chiavetta USB è utilizzabile per l'accesso ai servizi online.

La chiavetta USB è già configurata per accedere in rete utilizzando il browser presente sulla chiavetta; per accedere ai servizi online devi utilizzare lo stesso browser. 

Per ulteriori informazioni o approfondimenti consulta eventuali manuali o contatta l'ente certificatore che ha rilasciato la tua chiavetta USB dotata di certificato digitale (autenticazione CNS).

Che cosa è la Security Card e come si utilizza

La Security Card è una modalità alternativa di accesso ai servizi, pensata per chi naviga in mobilità, oppure non ha a disposizione un pc configurato o ancora non ha la CPS con sé.Scopri tutti i dettaglie scopri come fare.

Devo cambiare il codice PIN

Per poter cambiare il codice PIN è necessario utilizzare il software di gestione della tessera - bit4id.

Se non hai già scaricato ed installato il programma, vai alla pagina Scarica il software e scarica il manuale di installazione della tessera dedicato al sistema operativo presente sul tuo computer. Il manuale ti guiderà passo passo nella configurazione del tuo pc.

Se invece hai già installato il programma sul tuo computer, puoi cambiare il codice di accesso PIN utilizzando la funzione "Cambio PIN". Ti verrà richiesto di inserire il vecchio codice PIN, di digitare il nuovo codice ed infine di confermare il nuovo PIN scelto. Ulteriori informazioni sono disponibili nel manuale di installazione della tessera dedicato al sistema operativo presente sul tuo computer nella sezione Scarica il software

Se hai bisogno di assistenza per modificare il codice PIN della tua tessera, puoi chiamare il numero verde 800 22 80 40.
L'operatore ti chiederà le seguenti informazioni:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • un riferimento telefonico o e-mail per essere eventualmente ricontattato

Devo sbloccare il codice PIN

Il PINè un codice di sicurezza che solitamente viene associato a carte digitali con microchip. L'unione di questi due elementi (carta digitale con microchip e codice PIN) garantisce l'uso sicuro della carta stessa.

Se il codice PIN viene digitato in maniera errata per tre volte consecutive, si blocca in automatico per garantire la sicurezza.
Per poterlo sbloccare devi digitare il codice PUK che ti è stato rilasciato al momento dell’attivazione della tessera assieme al PIN e al codice di identificazione CIP.
Per garantire la sicurezza della Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria è previsto un numero massimo di tentativi di inserimento errato del codice PIN. Raggiunto tale limite, che nel caso della tua tessera è pari a tre, la carta si blocca e il software visualizza il messaggio di errore "PIN bloccato".

Per poter sbloccare il codice PIN, devi utilizzare il programma specifico bit4id.

Se non hai già scaricato ed installato il programma, vai alla pagina Scarica il software e scarica il manuale di installazione della tessera dedicato al sistema operativo presente sul tuo computer. Il manuale ti guiderà passo passo nella configurazione del tuo pc.

Se invece hai già installato il programma sul tuo computer, puoi sbloccare il codice di accesso PIN utilizzando la funzione "Sblocca smart card". Ti verrà richiesto di inserire il codice PUK, il nuovo PIN e la sua conferma. Ulteriori informazioni sono disponibili nel manuale di installazione della tessera dedicato al sistema operativo presente sul tuo computer nella sezione Scarica il software

Se hai bisogno di assistenza per sbloccare il codice PIN della tua tessera, puoi chiamare il numero verde 800 22 80 40.
L'operatore ti chiederà le seguenti informazioni:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • un riferimento telefonico o e-mail per essere eventualmente ricontattato

Ho bloccato il codice PUK

Se hai digitato erroneamente il codice PUK per dieci volte consecutive, la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria si blocca e non potrà più essere utilizzata, per motivi di sicurezza.

A questo punto devi chiamare il numero verde 800 22 8040 e fornire all'operatore le seguenti informazioni:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • un riferimento telefonico o e-mail per essere eventualmente ricontattato

L'operatore verificherà l'effettivo blocco del codice PUK e procederà alla revoca del certificato, contenente la tua identità digitale, presente sulla tessera.

La revoca è definita e non consente la riattivazione del certificato, quindi è necessario chiedere un duplicato della tessera presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia della Entrate.

Ho dimenticato il codice di accesso PIN

Il PIN  è un codice di sicurezza che solitamente viene associato a carte digitali con microchip. L'unione di questi due elementi (carta digitale con microchip e codice PIN) garantisce l'uso sicuro della carta stessa.

Se hai dimenticato il codice PIN della tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria, puoi bloccarlo digitandolo in modo errato per tre volte consecutive e poi utilizzare la procedura di "Sblocca smart card".

Per ulteriori informazioni vedi quanto scritto nella Faq "Devo sbloccare il codice PIN".

Ho smarrito i codici PIN/PUK

Se hai smarrito i codici di accesso PIN/PUK, devi recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio portando con te un documento di identità valido e la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria. 

Allo sportello l'operatore provvederà a rilasciarti la prima parte dei nuovi codici e potrai scegliere la modalità di invio della seconda parte dei codici: via posta elettronica o via sms.

Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Non ho ricevuto la seconda parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP

Se non hai ricevuto la seconda parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP nella modalità richiesta, devi recarti nuovamente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio portando con te la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria e un documento di identità valido.

Allo sportello ti verrà rilasciata la prima parte dei nuovi codici e potrai scegliere la modalità di invio della seconda parte dei codici: via posta elettronica o via sms.

Cosa devo fare delle mie vecchie Tessere Sanitarie

La Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria è un documento strettamente personale ed è valido come:

  • Salus Card/Tessera Sanitaria Provinciale
  • Tessera Sanitaria Nazionale
  • Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM)
  • Codice Fiscale

Una volta ricevuta la nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria e, verificata l'esattezza dei dati anagrafici riportati a vista, puoi tagliare e gettare la vecchia Tessera Sanitaria Nazionale (quella blu), il codice fiscale e la Salus Card (tessera verde) se non hai diritto a esenzioni sanitarie.

 

Se hai diritto a delle esenzioni, conserva anche la Salus Card (tessera verde), che riporta sul retro queste importanti informazioni. Ti verrà richiesta in farmacia – assieme alla prescrizione medica – per poter beneficiare delle esezioni a cui hai diritto

Ho ricevuto telefonate o visite di personale non autorizzato

La consegna della nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria avviene esclusivamente via posta ordinaria - con lettera accompagnatoria dell'Agenzia delle Entrate e dell'Assessorato alla Salute e Politiche Sociali della Provincia autonoma di Trento - direttamente al tuo indirizzo di residenza. Nessun operatore è sato autorizzato alla consegna e/o attivazione della tessera a domicilio.

Se ricevi telefonate o visite di personale che ti sottopone domande e/o questionari sui tuoi dati personali oppure ti offre la possibilità di attivare la tessera a domicilio: si tratta di un tentativo di truffa.
Ti consigliamo di rifiutare qualsiasi tipo di collaborazione e di rivolgerti con la massima tempestività alle autorità giudiziarie nonchè di avvertire gli operatori del numero verde 800 22 80 40.

Ho smarrito la mia tessera/hanno rubato la mia tessera

Se hai smarrito la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria oppure te l’hanno sottratta ed avevi già chiesto l’attivazione per l’accesso ai servizi innovativi messi a disposizione dalla pubblica amministrazione trentina, la prima cosa che devi fare è contattare il numero verde 800 22 80 40 e, fornendo il tuo codice di identificazione CIP, chiedere all’operatore di sospendere o revocare la carta.
La sospensione è un' azione temporanea e annullabile con la richiesta di riattivazione; mentre la revoca è un’azione definitiva e permanente.

Una volta revocata, puoi chiedere un duplicato della tessera presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia della Entrate.

I dati sulla mia nuova Tessera Sanitaria sono errati

La nuova Carta Provinciale dei servizi/Tessera Sanitaria riporta i tuoi dati anagrafici a vista, sulla base di quelli registrati nel database dell’anagrafe tributaria. Questi dati sono di competenza del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

Se i tuoi dati anagrafici sulla tessera non sono corretti, puoi recarti presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia delle Entrate portando con te la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria e un documento di identità valido. Ti verrà inviato direttamente a casa un duplicato.

Il mio lettore di carte digitali Smarty è difettoso

Se il lettore di carte digitali Smarty che ti è stato consegnato al momento dell'attivazione è difettoso devi recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio portando con te un documento di identità valido e la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria. 

Allo sportello ti verrà fornito un nuovo lettore.

Una volta ricevuto, vai alla pagina Scarica il software e segui le istruzioni per l'installazione. Potrai così accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione trentina. 

La mia tessera ha la banda magnetica o il codice a barre difettoso

Se la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria ha la banda magnetica o il codice a barre difettosi, ed avevi già chiesto l’attivazione per l’accesso ai servizi innovativi messi a disposizione dalla pubblica amministrazione trentina, la prima cosa che devi fare è contattare il numero verde 800 22 80 40 e, fornendo il tuo codice di identificazione CIP chiedere all’operatore di sospendere o revocare la carta.

La sospensione è un' azione temporanea e annullabile con la richiesta di riattivazione; mentre la revoca è un’azione definitiva e permanente.

L'operatore effettuerà la revoca della tua carta e ti inviterà a recarti presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia della Entrate per chiederne un duplicato.

Se invece non avevi richiesto l'attivazione, devi solamente recarti presso uno dei distretti dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari oppure presso uno sportello degli uffici periferici dell'Agenzia della Entrate per chiederne un duplicato.

Una volta ricevuta la nuova Carta Provincialedei Servizi/Tessera Sanitaria potrai tagliare e gettare quella vecchia ed eventualmente recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio per chiedere l'attivazione. Scopri come alla pagina La tua CPS

Sono obbligato ad attivare subito la tessera

L'attivazione della Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria rappresenta un’opportunità che ti permette di accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione.

Non vi è quindi obbligo di attivazione per il normale utilizzo della stessa per le prestazioni sanitarie nazionali ed europee, infatti è valida come:

  • Salus Card/Tessera Sanitaria Provinciale
  • Tessera Sanitaria Nazionale
  • Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM)
  • Codice Fiscale

 

Se hai diritto a delle esenzioni, conserva anche la Salus Card (tessera verde), che riporta sul retro queste importanti informazioni. Ti verrà richiesta in farmacia – assieme alla prescrizione medica – per poter beneficiare delle esezioni a cui hai diritto

Voglio revocare/sospendere/riattivare il certificato presente nella mia tessera

Se hai intenzione di revocare/sospendere o riattivare il certificato presente sulla tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria devi contattare il numero verde 800 22 80 40 fornendo il tuo codice di identificazione CIP.
La sospensione è un' azione temporanea e annullabile con la richiesta di riattivazione; mentre la revoca è un’azione definitiva e permanente.

Se preferisci puoi delegare la revoca/sospensione/riattivazione ad un altra persona.
Per rendere efficace la delega, devi compilare e firmare due copie del modulo dedicato, che puoi scaricare direttamente da questa pagina.
Il delegato dovrà presentarsi presso uno degli sportelli abilitati sul territorio, portando con sè:

  •     due copie firmate del "Modulo delega revoca/sospensione/riattivazione"
  •     la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria 
  •     una copia di un tuo documento di identità valido
  •     la sua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria 
  •     un suo documento di identità valido

L'operatore verificherà l'identità del delegato a procederà quindi con la richiesta indicata nel modulo.

Allegati

Voglio utilizzare la nuova tessera come firma digitale

La Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria non porta a bordo il certificato di firma digitale e quindi non può essere utilizzata per la firma digitale. Sulla nuova tessera è installato un certificato di autenticazione rilasciato e gestito da enti cerificatori accreditati.
I certificati di autenticazione possono, se richiesto, essere adoperati per l'autenticazione dell'utente nell'accesso a portali oppure possono essere utilizzati per lo scambio di mail cifrate tra due o più soggetti.

Devo attivare la carta per mio figlio/a minorenne

Se vuoi attivare la Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria di tuo figlio/a minorenne, devi recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio portando con te:

  • un tuo documento di identità valido
  • la Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria di tuo figlio/a
  • una copia del documento di identità di tuo figlio/a
  • l'autocertificazione dello stato famiglia

Allo sportello, l'operatore procederà all’attivazione della carta. Ti verrà quindi rilasciata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP e Smarty - il lettore di carte digitali. Potrai scegliere la modalità di invio della seconda parte dei codici: via posta elettronica, via sms oppure via posta ordinaria.

Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Una volta ricevuti, vai alla pagina Scarica il softwaree segui le istruzioni per l'installazione.
 

Allegati

Devo attivare la carta per una persona sotto la mia tutela

Se vuoi attivare la Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria per una persona sotto la tua tutela, devi recarti presso uno degli sportelli abilitati sul territorio, portando con te:

  • un tuo documento di identità valido
  • la Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria della persona sotto la tua tutela
  • una copia del documento di identità della persona sotto la tua tutela
  • copia di un documento che possa certificare la condizione di tutela

Allo sportello, l’operatore procederà all’attivazione della carta. Ti verrà quindi rilasciata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP  e Smarty - il lettore di carte digitali .

La seconda parte dei codici verrà inviata direttamente alla persona sotto tutela in una delle seguenti modalità: via posta elettronica, via sms oppure via posta ordinaria.

Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, il tutelato dovrà attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Una volta ricevuti, potrà andare alla pagina Scarica il software  e seguire le istruzioni per l'installazione.

Sei impossibilitato a presentarti personalmente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio per un periodo superiore a tre mesi per motivi di salute o ragioni familiari che limitano fortemente la tua possibilità di movimento (ad esempio sei una persona dedicata all'assistenza di altre perone, ecc.);

Se sei impossiblitato a presentarti personalemente presso uno degli sportelli abilitati sul territorio all'attivazione per un periodo superiore a tre mesi, puoi delegare un'altra persona all'attivazione della tua nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria.

Per garantire la massima trasparenza della procedura e tutelarti contro possibili azioni fraudolente è necessario seguire un iter ben preciso.

Per rendere efficace la delega, devi compilare e firmare il modulo dedicato alla delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP.

La persona che hai delegato dovrà recarsi presso uno degli sportelli abilitati all’attivazione presenti sul territorio portando con sé:

  • i tuoi moduli firmati (modulo delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e CIP)
  • la tua Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi
  • una copia di un tuo documento di identità valido
  • la sua Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi
  • un suo documento di identità valido


L'operatore verificherà l'identità del delegato a cui verrà consegnata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP e Smarty - il lettore di carte digitali.

La seconda parte dei codici ti verrà inviata presso l'indirizzo di residenza dichiarato al momento dell'attivazione e nella modalità da te indicata nel relativo modulo.
Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Una volta ricevuti, vai alla pagina Scarica il softwaree segui le istruzioni per l'installazione.

Sei un ospite di una struttura residenziale socio-sanitaria e non puoi recarti personalmente presso uno degli sportelli di attivazione

Se sei un ospite di una struttura residenziale socio - sanitaria e non puoi recarti personalmente ad uno degli sportelli abilitati all'attivazione, puoi delegare il Legale Rappresentante della struttura in cui ti trovi all'attivazione della tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria.

Per garantire la massima trasparenza della procedura e tutelarti contro possibili azioni fraudolente è necessario seguire un iter ben preciso.

Per rendere efficace la delega, devi compilare e firmare il modulo dedicato alla delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP.

La persona che hai delegato dovrà recarsi presso uno degli sportelli abilitati all’attivazione presenti sul territorio portando con sé:

  • i tuoi moduli firmati (modulo delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e CIP per delega)
  • la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria
  • una copia di un tuo documento di identità valido
  • la sua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria
  • un suo documento di identità valido
  • una copia del documento che attesti la sua qualifica di Legale Rappresentante della struttura socio - sanitaria.

L'operatore verificherà l'identità del delegato a cui verrà consegnata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP e Smarty - il lettore di carte digitali. La seconda parte dei codici ti verrà inviata presso l'indirizzo di residenza dichiarato al momento dell'attivazione e nella modalità da te indicata nel relativo modulo. Per poter accedere ai servizi online messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso. Una volta ricevuti, vai alla pagina Scarica il software e segui le istruzioni per l'installazione.

Sei una persona con domicilio presso una casa di riposo o sei un paziente di lunga degenza

Se sei domiciato presso una casa di riposo o sei un paziente di lunga degenza, puoi delegare il Responsabile Sanitario della struttura in cui ti trovi all'attivazione della tua nuova Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi.

Per garantire la massima trasparenza della procedura e tutelarti contro possibili azioni fraudolente è necessario seguire un iter ben preciso.

Per rendere efficace la delega, devi compilare e firmare il modulo dedicato alla delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP.

La persona che hai delegato dovrà recarsi presso uno degli sportelli abilitati all’attivazione presenti sul territorio portando con sé:

  • i tuoi moduli firmati (modulo delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e CIP)
  • la tua Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi
  • una copia di un tuo documento di identità valido
  • la sua Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi
  • un suo documento di identità valido
  • una copia del documento che attesti la sua qualifica di Responsabile Sanitario

L'operatore verificherà l'identità del delegato a cui verrà consegnata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP e Smarty - il lettore di carte digitali.

La seconda parte dei codici ti verrà inviata presso l'indirizzo di residenza dichiarato al momento dell'attivazione e nella modalità da te indicata nel relativo modulo.
Per poter accedere ai servizi on line messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Una volta ricevuti, vai alla pagina Scarica il softwaree segui le istruzioni per l'installazione.

Sei una persona sottoposta ad un regime di restrizione della libertà personale

Se sei una persona sottoposta ad un regime di restrizione della libertà personale, puoi delegare il Direttore Carcerario della struttura in cui ti trovi all'attivazione della tua nuova Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria.

Per garantire la massima trasparenza della procedura e tutelarti contro possibili azioni fraudolente è necessario seguire un iter ben preciso.

Per rendere efficace la delega, devi compilare e firmare il modulo dedicato alla delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIP.

La persona che hai delegato dovrà recarsi presso uno degli sportelli abilitati all’attivazione presenti sul territorio portando con sé:

  • i tuoi moduli firmati (modulo delega, due copie del modulo di richiesta lettore per delega e due copie del modulo di richiesta dei codici di accesso PIN/PUK e CIP per delega)
  • la tua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria
  • una copia di un tuo documento di identità valido
  • la sua Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria
  • un suo documento di identità valido
  • una copia del documento che attesti la sua qualifica di Direttore Carcerario


L'operatore verificherà l'identità del delegato a cui verrà consegnata la prima parte dei codici di accesso PIN/PUK e del codice di identificazione CIPe Smarty - il lettore di carte digitali.

La seconda parte dei codici ti verrà inviata presso l'indirizzo di residenza dichiarato al momento dell'attivazione e nella modalità da te indicata nel relativo modulo.
Per poter accedere ai servizi online messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, dovrai attendere di ricevere la seconda parte dei codici di accesso.

Una volta ricevuti, vai alla pagina Scarica il software e segui le istruzioni per l'installazione.


Durante l'installazione del software appare a video questo messaggio "could not access vbscript run time for custom action"

Questo messaggio viene presentato quando sul tuo computer è od era installato l'antivirus McAfee. Antivirus che non è compatibile con il CardOS Api (il software di gestione della Carta Provinciale dei Servizi/Tessera Sanitaria).

Se non utilizzi più questo antivirus e quindi non è più installato sul tuo computer, è sufficiente scaricare il programma che puoi trovare a questo link.
Una volta scaricato, sarà sufficiente eseguirlo e riavviare il computer al termine della procedura.
Il programma è in grado di rimuovere i "residui" dell'antivirus McAfee e consente quindi la corretta installazione del software di gestione della Carta Provincale dei Servizi.

Se invece stai ancora utilizzando l'antivirus McAfee, contatta il numero verde 800 - 228040 per avere maggiori informazioni

Ho difficoltà nell'installazione del software

Se hai delle difficoltà nell'installazione del software necessario per gestire la tua carta, puoi consultare il manuale di gestione della tessera (scaricabile alla paginaScarica il software ).

In alternativa puoi chiamare il numero verde 800 22 80 40.
L'operatore ti chiederà le seguenti informazioni e ti aiuterà a risolvere il problema:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • il codice di identificazione CIP (che ti è stato rilasciato al momento dell'attivazione della tessera assieme ai codici di accesso PIN/PUK)
  • un riferimento telefonico oppure un indirizzo e-mail per poter essere ricontattato
  • il numero di serie della tua tessera (stampato sulla stessa)
  • la versione del sistema operativo del tuo computer e del browser che utilizzi per la navigazione in internet

Ho un Mac 10.9 e non riesco ad eseguire l'installazione

Se possiedi un Mac con sistema operativo IOS 10.9 e non riesci ad eseguire l'installazione, posizionati sul pacchetto software che hai scaricato e premi il tasto destro del mouse (o, in alternativa premi ctrl+tasto sinistro del mouse)  e seleziona "apri". A questo punto puoi proseguire con l'installazione.

Possiedo un Mac ed utilizzo il lettore bianco. Non riesco a completare la configurazione di firefox

Se non riesci a completare la configurazione di Firefox seguendo le indicazioni del Manuale Installazione della tessera per Mac disponibile alla pagina dedicata all'installazione Mac, i motivi possono essere diversi:

  • assicurati che il lettore sia inserito correttamente
  • chiudi il browser (cliccando sul menù di Firefox e selezionando la voce Esci), riaprilo e riprova a caricare il modulo
  • il driver del lettore potrebbe non essere configurato correttamente. In questo caso scollega il lettore e fai partire nuovamente l'installazione Driver Smarty Mac. Alla seconda schermata, clicca su Ad Hoc, seleziona tutte le voci e concludi l'installazione.

Quali sono i requisiti di sistema che devo avere per accedere al portale dei servizi con la mia Carta Provinciale dei Servizi e Smarty

Per poter installare il software di gestione della tessera e configurare il tuo pc, e' sufficiente possedere un computer dotato di porta USB funzionante. Il sistema è compatibile con i seguenti sistemi operativi ed i relativi browser:

  • Microsoft Windows Xp, Vista, 7 ed 8 con i browser Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox
  • Mac OS X versioni 10.5, 10.6, 10.7 con il browser Mozilla Firefox
  • Linux distribuzioni Ubuntu e derivate, Fedora, OpenSUSE e con il browser Mozilla Firefox

Se utilizzi Mozilla Firefox puoi trovare le istruzioni per l'esatta configurazione dello stesso, all'interno dei manuali pubblicati nella paginaScarica il software.

Quali sono i requisiti di sistema che devo avere per accedere al portale dei servizi con la mia Carta Provinciale dei Servizi e Smarty

Per poter installare il software di gestione della tessera e configurare il tuo pc, e' sufficiente possedere un computer dotato di porta USB funzionante. Il sistema è compatibile con i seguenti sistemi operativi ed i relativi browser:

  • Microsoft Windows Xp, Vista, 7 ed 8 con i browser Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox
  • Mac OS X versioni 10.5, 10.6, 10.7 con il browser Mozilla Firefox
  • Linux distribuzioni Ubuntu e derivate, Fedora, OpenSUSE e con il browser Mozilla Firefox

Se utilizzi Mozilla Firefox puoi trovare le istruzioni per l'esatta configurazione dello stesso, all'interno dei manuali pubblicati nella paginaScarica il software.

Utilizzo Windows XP e il sistema non rileva il mio certificato digitale

Se possiedi Windows XP e l'installazione è avvenuta correttamente, ma non riesci ad accedere al Portale dei Servizi al Cittadino nè con internet Explorer nè con Chrome, ti consigliamo di scaricare l'aggiornamento cliccando qui

Se anche dopo l'aggiornamento, dovessi avere problemi di accesso, puoi contattare il numero verde 800 - 22 80 40

1. Che cos'è Spid?

SPID è il sistema per accedere a tutti i servizi on line della pubblica amministrazione in maniera semplice e sicura, con una sola password.
SPID è l'acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale ed è promosso dal governo italiano per consentire appunto di utilizzare con una modalità di accesso unica i servizi online messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione e dai privati accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale – Agid.

2. A che tipo di servizio posso accedere con Spid?

In SPID sono definiti tre livelli di sicurezza, a seconda del servizio che si vuole utilizzare e dei dati legati a quel servizio:
a) il livello 1 permette l'accesso con nome utente e password ed è applicabile nei casi in cui il danno causato da un utilizzo indebito dell’identità digitale ha un basso impatto per le attività del cittadino/impresa/amministrazione;
b) il livello 2 permette l'accesso ai servizi con nome utente e password insieme ad un codice temporaneo che viene inviato via sms o attraverso una app mobile dedicata; questo livello è pensato per quei servizi dove un indebito utilizzo dell’identità digitale può provocare un danno consistente;
c) il livello 3 permette l'accesso con nome utente e password associati all'utilizzo di un dispositivo di accesso ed è pensato per i servizi dove un indebito utilizzo dell’identità digitale può provocare un danno serio e grave.
Per saperne di più: http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/infrastrutture-architetture/spid

3. Cosa significa avere una identità digitale?

Avere un'identità digitale significa poter accedere in modo sicuro ai servizi offerti sul web.
L'identità digitale è infatti quell'insieme di informazioni che ti permettono di accedere ai servizi digitali dopo essere stato riconosciuto da un sistema di identificazione, in modo tale da proteggere l'accesso ai servizi e i tuoi dati. L'identificazione avviene attraverso credenziali, che vengono rilasciate la prima volta a seguito del riconoscimento del cittadino e garantiscono quindi un accesso sicuro e affidabile.

4. Come ottengo le credenziali SPID?

Per ottenere le credenziali Spid devi rivolgerti presso uno dei gestori accreditati dall'Agenzia per l'Italia Digitale – Agid. A marzo 2015 sono tre i gestori accreditati a cui ti puoi rivolgere per chiedere l'identità digitale Spid: InfoCert, Poste Italiane e Tim.
Le credenziali SPID  vengono rilasciate a seguito di una delle seguenti modalità:
a) identificazione a vista del soggetto richiedente presso uno sportello messo a disposizione dell'erogatore di identità Spid;
b) identificazione a vista da remoto, tramite webcam o strumenti simili;
c) identificazione informatica tramite documenti digitali di identità, quali la Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi;
d) identificazione informatica tramite firma elettronica qualificata o firma digitale.
Se hai già attivato la tua Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi, puoi quindi richiedere le credenziali SPID online grazie ad una modalità semplificata, collegandoti ad uno dei portali dedicati dei gestori accreditati e senza necessità di identificarti nuovamente o recarti ad uno degli sportelli dedicati.
Per saperne di più su l'elenco dei gestori di identità SPID: http://www.spid.gov.it.

5. Che rapporto c'è tra SPID e la CPS?

SPID e CPS sono due differenti modalità per accedere ai servizi online. Con l'arrivo di SPID, le pubbliche amministrazioni potranno consentire l'accesso in rete ai propri servizi, oltre che con lo stesso SPID, solo mediante la carta d'identità elettronica e la carta nazionale dei servizi, ovvero la nostra Tessera Sanitari/Carta Provinciale dei Servizi precedentemente attivata. 
Le pubbliche amministrazioni hanno quindi tempo fino a fine 2017 per consentire l'accesso ai propri servizi online utilizzando anche le credenziali SPID, a fianco della chiave di accesso già in uso, come la CPS appunto. 

6. Con l'arrivo di SPID cosa succede ai servizi a cui accedevo con la mia CPS attivata?

La Provincia autonoma di Trento sta definendo la propria adesione al nuovo sistema, finalizzata a rendere disponibile l'accesso ai propri servizi online anche con la nuova modalità SPID, che si affiancherà all'attuale accesso tramite Tessera Sanitaria/Carta provinciale dei servizi (TS/CPS).
Nel frattempo, puoi continuare ad accedere ai servizi online della pubblica amministrazione trentina utilizzando la tua CPS attivata.
Per beneficiare dei servizi online messi a disposizione dagli enti centrali che hanno già aderito a SPID, come ad esempio l'Inps, puoi continuare ad usare la tua CPS oppure richiedere online le credenziali SPID, senza recarti agli sportelli dei gestori accreditati (InfoCert, Poste Italiane e Tim), utilizzando la tua CPS.
Per saperne di più su sulla lista dei servizi accessibili con SPID: http://www.spid.gov.it.